Linea 10 - Bilateralità Artigiana

Obiettivi ed ambiti di intervento della formazione

Obiettivi specifici della Linea:

  • Rafforzare la sinergia con tutti gli altri attori del sistema bilaterale artigiano (Ente Bilaterale Nazionale Artigianato – EBNA, Fondo Solidarietà Bilaterale dell’Artigianato – FSBA, Fondo Sanitario Integrativo San.Arti) e stimolare interventi formativi dedicati alle imprese e ai lavoratori artigiani, favorendo così il contestuale incremento delle adesioni a Fondartigianato
  • Favorire l’acquisizione di competenze trasversali per la figura del lavoratore artigiano nell’attuale contesto di competitività, anche in funzione della ridefinizione dei processi aziendali e con l’obiettivo di ridurre il mismatch lavorativo, con attenzione alle competenze green e digital
  • Supportare l’impresa nel sostenere il costo dei lavoratori coinvolti nei percorsi formativi di sviluppo delle competenze
 

Ambiti di intervento della formazione

La presente Linea è destinata al finanziamento di progetti formativi riferiti a qualsivoglia finalità e contenuto, non necessariamente rinvenibili nei Piani formativi regionali o settoriali nazionali, ma volti a soddisfare il fabbisogno espresso dall’impresa e dai lavoratori.

In tale contesto si inseriscono anche contenuti ritenuti strategici, volti a rafforzare la solidità dell’impresa artigiana e a consolidare le competenze dei lavoratori nel perimetro


Tipologia degli interventi: Progetto di Formazione

I progetti di formazione presentati a valere sulla Linea 10 perseguono l’obiettivo di soddisfare in termini rapidi ed immediati la domanda di formazione prodotta dalle imprese e dai lavoratori.

La tipologia degli interventi previsti dalla Linea 10 è quella dei Progetti di formazione da candidarsi a valere sulle risorse disponibili, a sportello quindicinale. Il valore economico dei Progetti di formazione che coinvolgono una sola impresa, potrà variare in base a specifici plafond determinati dalle classi dimensionali previste (cfr. par. 7 della presente linea), mentre il progetto potrà articolarsi con uno o più percorsi ma comunque per un massimo di 80 ore.
In caso di presentazione di progetti che coinvolgono più imprese, fermo restando il rispetto del plafond assegnato a ciascuna impresa determinato dalla classe dimensionale, il contributo massimo richiedibile è pari a € 30.000,00 (trentamila/00), così come già previsto da Regolamento generale degli Inviti per tale tipologia di progetti. Anche per questa tipologia di progetti, lo stesso, potrà articolarsi in uno o più percorsi ma comunque per un massimo di 80 ore.
In aggiunta al contributo massimo richiedibile in base alla classe dimensionale, per la presente Linea, in caso di richiesta del contributo del Fondo a copertura del costo orario dei lavoratori in formazione, il 50% di tale costo sarà finanziabile anche a superamento del plafond di contributo disponibile all’impresa, fermo restando che non potrà essere cumulato con altre forme di integrazione salariale.  Si precisa che nel caso si richieda il contributo al Fondo per il costo del lavoro, la formazione dovrà essere svolta necessariamente durante l’orario di lavoro.

I Progetti di formazione a valere sulla Linea della Bilateralità Artigiana dovranno declinare, attraverso l’apposita modulistica, l’analisi specifica del fabbisogno formativo, le unità formative, il modello organizzativo, gli strumenti, la metodologia, i contenuti, la durata e la tempistica, il budget. Non è richiesta l’evidenza di strumenti di analisi dei fabbisogni, né di monitoraggio, bensì l’impegno dell’impresa titolare a partecipare al monitoraggio e valutazione degli impatti della formazione erogata, che il Fondo realizzerà non prima che siano trascorsi sei mesi dal termine dell’attività formativa.
Tale iniziativa è funzionale alla rilevazione di eventuali ulteriori fabbisogni formativi da parte dell’impresa.
Resta inteso, che l’adesione del/delle azienda/e dovrà essere mantenuta almeno sino al termine delle attività di monitoraggio.
Anche per questa Linea vengono confermate le deroghe approvate il 31 di maggio 2022 in quanto applicabili ed in quanto in vigore, rinvenibili sul sito www.fondartigianato.it, al link: https://www.fondartigianato.it/inviti/applicazioni-in-deroga-per-covid-19


Beneficiari e requisiti

I beneficiari della Linea della Bilateralità Artigiana possono essere:

  • Tutte le imprese non ancora o non più aderenti a Fondartigianato  ma aderenti all’Ente Bilaterale Nazionale (EBNA) che aderiscano a Fondartigianato successivamente alla data di pubblicazione in GURI del presente Invito.

Non potranno altresì essere beneficiari delle risorse a valere sulla presente Linea gli enti e/o le agenzie formative e i soggetti costituenti il Fondo (ai diversi livelli organizzativi).


Destinatari

Vengono confermate le disposizioni di cui al Regolamento generale degli Inviti (Ed. Ottobre 2017), fatta eccezione per gli imprenditori che potranno partecipare a titolo gratuito per il Fondo.


Soggetti Presentatori

I soggetti che possono candidare i progetti di formazione a valere sulla presene linea possono essere:

  • l’azienda beneficiaria per sè stessa oppure gli enti/agenzie formative accreditate nella medesima Regione presso cui opera l’impresa/e beneficiaria/e per la quale candida il progetto.

In caso di progetto con più di una azienda beneficiaria, lo stesso dovrà essere presentato e realizzato esclusivamente da enti/agenzie formative accreditate nelle singole Regioni di riferimento per la formazione continua.


Ammissibilità, valutazione ed approvazione dei Progetti di formazione

L'istruttoria di ammissibilità è effettuata dalla Struttura Tecnica nazionale del Fondo, entro 15 gg di calendario a partire dal primo giorno successivo la data di chiusura dello sportello di candidatura dei Progetti, con riferimento ai requisiti previsti allo specifico paragrafo del Regolamento (par.6), fatta eccezione per i punti 4 (strumenti), 6 (Piano Formativo). Attenzione, per quanto riguarda il punto 10 (verbale di condivisione del progetto), si dovrà fare riferimento alle procedure ordinarie per produrre il verbale di condivisione da allegare al progetto.

In aggiunta a quanto già previsto dal Regolamento, ai fini dell’ammissibilità del progetto sarà necessario allegare a pena di inammissibilità:

  • Il Modello F24 relativo all’ultimo versamento effettuato nel mese precedente alla presentazione del progetto, dal quale si evinca il versamento della contribuzione (CODICE TRIBUTO EBNA) per la verifica di adesione all’Ente Bilaterale.
 

La valutazione dei Progetti viene eseguita a cura dei Gruppi Tecnici di Valutazione, istituiti presso il Fondo, secondo i criteri e la procedura appresso descritta.
La valutazione dei Progetti e la predisposizione delle relative graduatorie sarà effettuata entro 15 gg di calendario a partire dalla data di disponibilità di accesso alla piattaforma, anticipatamente comunicata dal Fondo al Gruppo Tecnico di Valutazione, tramite apposita e-mail.
Ai fini della valutazione della finanziabilità dell’intervento, il Gruppo Tecnico di Valutazione verificherà i seguenti item qualitativi della proposta progettuale, del valore da 0 (zero) a 20 punti:

1
FINALIZZAZIONE DEL PROGETTO DEGLI ARTIGIANI
max 40
1.1
Rispondenza agli obiettivi specifici della Linea ed agli ambiti di intervento per essa previsti anche in considerazione della descrizione del contesto aziendale di riferimento
0-20
1.2
Descrizione degli elementi che motivano lo sviluppo di competenze specifiche
0-20
2
QUALITA’ DEL PROGETTO
max 60
2.1
Destinatari: descrizione delle condizioni di ingresso dei destinatari e del relativo fabbisogno
0-20
2.2
Struttura progettuale: descrizione chiara e completa dell’articolazione delle unità formative anche in termini di declinazione dei contenuti e delle metodologie formative individuate
0-20
2.3
Struttura organizzativa: descrizione delle modalità organizzative, delle risorse professionali impiegate
0-10
2.4
Competenze in esito: descrizione delle modalità di riconoscimento delle competenze acquisite al termine delle attività formative che può avvenire attraverso:
- la compilazione della dichiarazione di competenze “rafforzata” (digitalizzata) messa a disposizione sulla piattaforma del Fondo, oppure la validazione o la certificazione delle competenze ai sensi del Decreto 13/13 del Decreto del 5 gennaio 2021
NB: la dichiarazione di competenze “cartacea” è obbligatoria nel caso non si attivi uno dei tre processi sopra descritti
0-10
 
 
Max 100
 

È facoltà della Struttura Tecnica Nazionale richiedere chiarimenti durante l’istruttoria di ammissibilità del singolo Progetto, inviando delle difformità.
 
Al termine dell'attività di valutazione, il Gruppo Tecnico di Valutazione redigerà un verbale di esito finale di valutazione (di cui faranno parte integrante, in allegato, le schede-verbale di ciascuno dei Progetti valutati).
I Progetti che avranno conseguito un giudizio pari ad almeno 60 punti verranno inseriti in un elenco.
Non verrà pertanto redatta alcuna graduatoria sulla base dei punteggi assegnati, che, come detto, assumeranno rilievo esclusivamente ai fini della verifica del raggiungimento del punteggio minimo richiesto.
La Struttura nazionale, acquisiti gli atti ricevuti dal GTV, provvede all'inoltro al C.d.A., corredandoli dell'elenco dei Progetti eventualmente non ammessi e dell’elenco di quelli eventualmente non approvabili: il C.d.A. procederà alla relativa delibera di approvazione (o non approvazione, o non ammissibilità).
Al fine di corrispondere nel minor tempo possibile al fabbisogno di formazione espresso, la Presidenza del Fondo ha delega per comunicare ai soggetti presentatori gli esiti dell’istruttoria dei Progetti, qualora positivi.
In ogni caso tutti i risultati della procedura di ammissibilità e valutazione saranno sottoposti a ratifica al primo Consiglio di Amministrazione successivo alla conclusione dell’iter.
I Progetti saranno sottoposti all'approvazione ed ammissione a contributo da parte del C.d.A. sino ad esaurimento delle risorse stanziate per la specifica Linea.
Nel caso in cui le risorse disponibili non consentissero il finanziamento di tutti i Progetti pervenuti ed approvati, l’assegnazione verrà effettuata tenendo conto dei seguenti requisiti elencati in ordine di priorità:

  • adesione al FSBA dell’azienda beneficiaria o di almeno una, in caso di più beneficiarie (verifica del CSC settore 4/Codice autorizzativo 7B)
  • adesione a SANARTI dell’azienda beneficiaria o di almeno una in caso di più beneficiarie
  • ordine temporale di presentazione del progetto.

Il periodo ricompreso tra il 1° ed il 31 agosto e tra il 22 dicembre ed il 6 gennaio potrà non essere considerato utile ai fini dello svolgimento dell’intero iter procedurale di valutazione ed approvazione dei Progetti.
Gli elenchi allegati alla delibera del Consiglio verranno pubblicati sul sito web del Fondo.
Con report semestrali, Fondartigianato comunicherà a EBNA/FSBA i Progetti conclusi, dando evidenza del beneficio ricevuto dalla singola impresa e dei lavoratori destinatari della formazione.


Massimali di Progetto previsti

Il massimale di contributi concessi a valere sulla presente Linea è commisurato al numero dei dipendenti di ciascuna impresa beneficiaria secondo le seguenti classi dimensionali corrispondenti ai limiti di finanziamento di seguito indicati e non fanno plafond. Nello specifico:

-    fino a 15 dipendenti    per un massimo di € 7.500,00
-    fino a 20 dipendenti    per un massimo di € 10.000,00
-    fino a 25 dipendenti    per un massimo di € 12.500,00
-    fino a 30 dipendenti    per un massimo di € 15.000,00
-    fino a 35 dipendenti    per un massimo di € 17.500,00
-    fino a 40 dipendenti    per un massimo di € 20.000,00
-    fino a 45 dipendenti    per un massimo di € 22.500,00
-    fino a 50 dipendenti    per un massimo di € 25.000,00
-    oltre 50 dipendenti    per un massimo di € 27.500,00

Si precisa che il contributo richiesto al Fondo a copertura del 50% del costo orario dei lavoratori in formazione sarà finanziabile in aggiunta agli importi indicati nei plafond di cui sopra.


Modalità e termini per la presentazione dei Progetti

I Progetti di formazione possono essere presentati a sportello, a scadenza continua ed aperta, dal 24 luglio 2023 fino ad esaurimento delle risorse. Essi dovranno comunque essere candidati sulla piattaforma informatica di Fondartigianato, nella quale sono predisposti appositi sportelli quindicinali di presentazione.


Informazioni sull’Invito

Il presente Invito 1°- 2023 è disponibile sulla pagina del Fondo all’indirizzo:
www.fondartigianato.it .

Per ogni ulteriore informazione riguardante la presentazione dei progetti e degli altri strumenti di formazione si può scrivere all’indirizzo mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure telefonare allo 06/70.45.41.00 lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 13 e martedì e giovedì dalle 14 alle 17.

Roma,  3  luglio 2023
F.to IL VICEPRESIDENTE

Archivio Inviti
Archivio Inviti
Archivio Gare
Archivio Gare
Libreria Voucher
Libreria Voucher
Area Riservata CDA
Area Riservata CDA